search

pages

Le regole sono fatte per essere infrante?

Sono convinto che ognuno di noi abbia la propria tecnica ma, soprattutto, ognuno di noi cerchi di fare le foto che maggiormente lo rappresentano.
Credo si possa essere d'accordo che la prima persona a cui debba piacere una foto sia colui che la realizza, anche se siamo sovrastati da immagini prodotte ad uso e consumo dei "like" che potrà ottenere.
Sono assolutamente disinteressato (o refrattario) al risultato tecnico, e alle regole compositive, se anche una sola foto "esce", mi colpisce e mi emoziona, per me quel rullo è stato un successo.
Se poi è una emozione condivisa sono,ovviamente, più felice
Certo, non ho la pretesa di voler essere un Dalì della fotografia, ma a volte penso che il Bignamino delle regolette fotografiche condizioni fortemente, rischiando di trasformare il fruitore dell'immagine in uno che guarda ma non vede.
Una delle ultime critiche che mi hanno autorevolmente fatto è stata che nei miei schemi compositivi i vettori di forza vanno troppo spesso da sinistra verso destra.....
Sarà perchè sono mancino ??..
A parte gli scherzi, questo genere di lettura non mi interessa, e non mi è mai interessato, ne per me, ne per le foto che ho il piacere di vedere.
Quelli che passano la vita con la livella a controllare l'orizzonte sono poi gli stessi che vanno in brodo di giuggiole davanti allo scatto della spiaggia,di HCB, dove l'orizzonte era molto storto, con la sola differenza che in quel caso "dona dinamicità" mentre nella mie è semplicemente storto e basta.
Ci può essere tutta la tecnica del mondo in una foto assolutamente insignificante e viceversa, dipende sempre dalla sensibilità di chi la guarda e giudica, ed è ovviamente lecito criticare ed essere criticati perché in questo modo si incontrano opinioni diverse, ognuna con le proprie ragioni, o torti, che comunque arricchiscono.
Per cui petto in fuori, fronte alta e avanti per la propria "strada".
A proposito, uno dei più bei complimenti mai ricevuti ad una mia foto, scritto da un anonimo foto amatore come lo sono io, è stato " Sei uno che sa raccontare".
Con buona pace dei vettori di forza.



search

pages

loading