Clozapina mon amour*

Enrico è l’ideatore, nonché regista, del Gruppo Teatrale Fra(m)menti di Luna Verde, una associazione culturale artistica che si occupa, in collaborazione con il servizio di igiene mentale della Asl di Sesto Fiorentino, di creare un laboratorio condiviso per la teatro terapia a favore di persone con disagio mentale.
L’attività, che è supportata da psicologi volontari della ASL, coinvolge i pazienti e li stimola a partecipare ad attività di gruppo nella quale la recitazione è la forma espressiva finale di un percorso di condivisione atto ad esternare il proprio malessere e, perché no, anche a sorriderne. Il gruppo teatrale è molto frequentato anche da comuni cittadini con la passione per la recitazione disposti a cimentarsi davanti ad un pubblico.
Il lavoro documenta l’attività di Enrico ed il momento in cui il gruppo si incontra presso i locali messi a disposizione della Asl e lavora su un progetto teatrale in divenire che, sotto la guida del regista, prende forma e si trasforma da una parte in una sceneggiatura e, dall’altra, in una terapia coinvolgendo i pazienti a dare forma ai personaggi che spesso riaffiorano dal buio del loro passato o che, semplicemente, sono la trasposizione dei loro sogni irrealizzati.
Il briefing è l’occasione per stare tutti insieme a parlare di quello che verrà messo in scena, un testo teatrale, uno scritto originale, o un adattamento su testi altrui ( come il lavoro Omaggio alla Signora, tratto dalle poesie di Alda Merini ) o, ancora, all’improvvisazione pura che si trasforma in un gioco delle parti le cui regole vengono decise e condivise in una saletta del centro, tutti seduti su divani e poltrone di fortuna.
E, nel lasciarsi andare ai loro personaggi immaginari, quando gli viene chiesto chi vorrebbero interpretare, le risposte sono spesso sorprendenti;

Vorrei essere una bambina deficiente che si chiama Viola.
Vorrei essere Rita, ho 40 anni e porto il tacco 18.
Vorrei essere un fotografo, così ho tante ragazze.
Vorrei essere un punk, un ragazzo cattivo, che si chiama Ivan, e dare fastidio ai ragazzi buoni come hanno fatto con me a scuola.
Vorrei essere una suocera, si chiama Agrebina, ha 82 anni ed è malata.
Vorrei essere una ragazza punk degli anni 70, laureata in attesa di chiamata ( per lavoro nda ).
Vorrei essere una operatrice del 118.
Vorrei essere Grimilde, 50 anni, ballerina con il vestito lungo e le scarpe da ginnastica enormi.

Si organizza una piccola spesa e si cena tutti insieme per poi trasferirci al Teatro del circolo Arci di Colonnata, dove finalmente si inizia a provare.
Che lo spettacolo abbia inizio.

*Dal titolo di un lavoro teatrale di Enrico Fumanti

La clozapina è un farmaco antipsicotico appartenente alla classe chimica delle dibenzodiazepine. Il suo uso è indicato nel trattamento dei pazienti con schizofrenia che non rispondono adeguatamente alla terapia farmacologica con gli altri antipsicotici di nuova generazione ed ai neurolettici classici (definiti anche antipsicotici tipici) (Wikipedia)

Clozapina mon Amour è stato selezionato per il progetto nazionale della FIAF (Federazione Italia Associazioni Fotografiche) Tanti per tutti che ha documentato il lavoro di centinaia di organizzazioni di volontariato su tutto il territorio nazionale, ed è in parte esposto a Bibbiena (Ar) presso il CIFA.

1 / 15 enlarge slideshow
Options
2 / 15 enlarge slideshow
Options
3 / 15 enlarge slideshow
Options
4 / 15 enlarge slideshow
Options
5 / 15 enlarge slideshow
Options
6 / 15 enlarge slideshow
Options
7 / 15 enlarge slideshow
Options
8 / 15 enlarge slideshow
Options
9 / 15 enlarge slideshow
Options
10 / 15 enlarge slideshow
Options
11 / 15 enlarge slideshow
Options
12 / 15 enlarge slideshow
Options
13 / 15 enlarge slideshow
Options
14 / 15 enlarge slideshow
Options
15 / 15 enlarge slideshow
Options
loading